Fu al servizio di Ludovico il Moro dal 1482; dopo la caduta del duca, peregrinò in varie città (Mantova, Venezia, Firenze) e fu ingegnere militare di Cesare Borgia.
Chimica Il colore Percezione sensoriale associata alle diverse lunghezze d'onda della radiazione elettromagnetica nello spettro del visibile.L'ala, con le sue nervature ed i suoi rivestimenti, veniva ad essere costituita da una trave principale (di abete) da cui partivano i raggi dell'armatura (fatti di canne).Migliore risposta: Leonardo nacque a Vinci il 15 aprile del 1452.I colori puri sono definiti saturi, e capita molto raramente di poterli vedere al di fuori dei laboratori dove vengono prodotti artificialmente.Una gran mole di strumenti "macchinali" per agevolare il lavoro dell'uomo, tra cui macchine per incidere lime, martelli automatizzati a canne, strumenti per segare il marmo a lastre parallele, un orologio a balestra e ingranaggi dai complicati ruotismi.I colori sottrattivi primari sono usati nella fotografia a colori, per realizzare le diapositive e le pellicole per stampe a colori.Attorno a lei è disposta a semicerchio una folla agitata di figure tra le quali si individuano i magi.Il suo interesse per l'energia termica o eolica è invece minore anche se esistono molti schizzi di macchine utilizzanti questi tipi di energia.Il colore di un fascio di luce monocromatico, o che contiene radiazioni elettromagnetiche comprese entro una ristretta banda di lunghezze d'onda, viene detto colore puro o tono di colore.A frequenze più alte di quella della luce violetta (e quindi per lunghezze d'onda più piccole si trovano la radiazione ultravioletta e i raggi.Nel 1506 si recò nuovamente a Milano, negli ultimi anni della sua vita l'artista alternò il suo soggiorno in questa città con brevi viaggi a Firenze.Il disegno dell'ala è privo di didascalie; in uno studio precedente Leonardo esprime comunque la convinzione della necessità di abbandonare gli studi taglio capelli uomo cristiano ronaldo sull'ala traforata o a sportelli, indirizzandoli su un'ala con rivestimento continuo.Il contratto prevedeva la realizzazione entro 24-30 mesi,.In questo disegno Leonardo pensa ad un'ala che, a somiglianza di quella del pipistrello, preveda un unico panno (telo) teso su un'armatura in legno e canne.Al centro vi è la vergine con il bambino in braccio, seduta su un rialzo del terreno.
Qui gli venne commissionato un'affresco per il salone di Palazzo Vecchio che rappresenta la Battaglia di Anghiari, in gara con Michelangelo che doveva affrescare nella parete opposta la Battaglia di Cascina.



Come pittore creò una tecnica 'sfumata con delicati contrasti di luce e di ombra che fanno sparire i contorni e creano un'illusione d'atmosfera e di vita nella scena rappresentata.


[L_RANDNUM-10-999]